Astroparticelle

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Progetto "Noi, tra vulcani e astroparticelle"

 

docenti: Maria Di Bartolomeo, Maria Teresa Colonnese

RELAZIONE   Abstract dell’intervento progettuale proposto:

L ‘intervento proposto, per lo sviluppo e/e il potenziamento della chiave di cittadinanza,  ha riguardato lo studio del TERRITORIO ed in particolare delle applicazioni della radiografia muonica  allo studio dei vulcani.

La progettazioneè stata presentata agli allievi come un’avventura accattivante, tesa a capire come si può interpretare un fenomeno complesso attraverso l’indagine sperimentale e analizzando i dati registrati da uno strumento scientifico (telescopio)

Le fasi operative dell’attività sono scaturite  da un’azione di ricerca su un campione di studenti (n.25) piuttosto eterogeneo , poiché formato da allievi provenienti da diverse classi di frequenza (seconde, terze. quarte, quinte) divisi in gruppi (con tutor) con compiti diversi.

La progettazione è tesa a:

1) diversificare metodi e pratiche di insegnamento

2) valorizzare l’insegnamento interdisciplinare

3) aumentare la motivazione dei discenti del Liceo Classico verso lo studio delle discipline scientifiche e delle pratiche sperimentali

Per quanto attiene alle competenze, il percorso mira a:

1) conoscere le applicazioni della radiografia muonica allo studio dei vulcani e

     nel  campo delle prospezioni geologiche

2) saper analizzare correttamente un fenomeno naturale complesso , quale il vulcanismo , in un’area ad alto rischio quale quella alle falde del Vesuvio , dove gli allievi vivono e risiedono

3) sviluppare e/o potenziare la consapevolezza del rischio e il concetto di         previsione

4) partecipare in modo costruttivo alla vita sociale

5) conoscere le parti salienti del tema trattato in L2 (Inglese) secondo la metodologia CLIL , per formare l’alunno, attraverso l’interdisciplinarietà,come cittadino europeo.

 

PRODOTTO/I FINALI

Gli studenti alla fine dell’attività ,hanno realizzato:

  1. un elaborato (o prodotto finale), sotto forma di PIKTOCHART formato POSTER, che è stato stampato su policarbonato in forma di totem CHE è STATO ESIBITO A "FUTURO REMOTO" IN PIAZZA PLEBISCITO A MAGGIO, A SEGUITO DI UNA SELEZIONE DI UNA COMMISSIONE DI ESPERTI DELL’ INFN

  2. UN PREZI ESPLICATIVO DELLA METODOLOGIA DIDATTICA INNOVATIVA UTILIZZATA DAL GRUPPO DIN LAVORO

  3. UN PIKTOCHART CLIL

  4. UN VIDEOCLIP –“PERLA DI SAGGEZZA”, CON ANIMAZIONI

 

SOSTENIBILITA’ E REPLICABILITA’ DEL MODULO

L’intervento ha presentato elementi innovativi di originalità sia rispetto alla metodologia didattica che ai contenuti

TUTTI GLI STUDENTI SI SON DETTI SODISFATTI E , A SEGUITO DELLA LETTERA DI RINGRAZIAMENTO E  DELL’INVITO DELL’INFN A REPLICARE L’ESPERIENZA, SI SON DETTI DISPONIBILI ED INTERESSATI

Per questo motivo, l’attività è replicabile nei prossimi anni scolastici, con il coinvolgimento degli alunni delle classi intermedie e che partecipano al progetto quest’anno ,e intendono proseguire nei prossimi anni scolastici, per approfondire e seguire gli ulteriori sviluppi della ricerca

 

Finalità perseguite e contenuti appresi

-conoscere le particelle nucleari e il significato di “astro particelle” e “muoni”

-conoscere l’uso (impiego) del telescopio e il modo in cui i dati vengono rielaborati (totem)  

-conoscere come i dati rilevati (radiografia muonica) vengano applicati allo studio del territorio in generale, e dei vulcani nel campo delle prospezioni geologiche




 

Destinatari

25 studenti di diverse classi di frequenza ,motivati dallo studio di tematiche scientifiche

 

Gli allievi (N. 19)che hanno totalizzato almeno 30 ore di “lavoro” per la realizzazione del progetto , sono stati selezionati per partecipare al concorso e per partecipare all’evento di Presentazione del pannello / poster (prodotto finale) a FUTURO REMOTO.

SI FA PRESENTE CHE GLI STUDENTI E LE DOCENTI SONO STATE INSIGNITI DI UNA TARGARILASCIATA DALL’INFN, CITTA’ DELLA SCIENZA PER IL CONTRIBUTO A FUTURO REMOTO, ROTARY

Gli altri allievi che  hanno partecipato con un numero di presenze più ridotte, hanno partecipato al progetto nell’ambito del PTOF

Fasi realizzative

La realizzazione si è fondata su 10 fasi o step:

1) web quest per documentarsi in rete

2) flipped classroom :gli alunni hanno proposto la tematica ai docenti di fisica e scienze ,e attraverso lezioni su classe EDMODO le docenti   sono entrate nel merito dei contenuti disciplinari

3) visita guidata presso la Stazione di via Toledo e incontro con esperti per comprendere l’uso delle strumentazioni

4) acquisizione dei dati e incontro con esperti

5) rielaborazione per gruppi di studio ( lavoro domestico)

6) parte sperimentale:confronti  con esperti –docenti dell’INFN

7) osservazioni e proposte sulla classe virtuale; didattica

8) visite guidate , seminari a CITTA’ DELLA SCIENZQA

9) realizzazione del prodotto finale: PIKTOCHART poster

10) partecipazione a FUTURO REMOTO


 

Eventuali connessioni funzionali con altri ambiti

Comprendere se e come le astoparticelle possono essere impiegate in

-diagnostica

-terapia tumorale

Riflessioni su eventuali danni alla salute.

Durata e articolazione temporale dell’intervento

(da ottobre a giugno)

-3 ore di lezione su classe virtuale EDMODO di Scienze

-3 ore di lezione su classe virtuale EDMODO   di Fisica

-6 ore di lavoro domestico (webquest, rielaborazione dei dati, osservazioni e proposte sulla classe virtuale)

- 12 ore di visite guidate e relazioni con l’Università

-20 ore per la realizzazione del poster digitale,Piktochart CLIL,videoclip, prezi

Beni e attrezzature


 

-PC

-telescopio

-totem

-mappe vulcanologiche

Partner coinvolti nella realizzazione del modulo

-Università

-Citta’ della Scienza-Napoli

-scuola

Sostenibilità e replicabilità del modulo

L’attività è replicabile nei prossimi anni scolastici, con il coinvolgimento degli alunni delle classi intermedie , che partecipano a questo progetto e intendono proseguire

Originalità delle attività ed approcci metodologici innovativi




 

L’intervento presenta elementi innovativi di originalità sia rispetto alla metodologia didattica che ai contenuti

Reti di partenariato


 

-INFN

-interazioni con il territorio e la comunità locale


 

Gruppo di lavoro


 

Professionalità impiegate nelle diverse fasi progettuali:

-docenti di Scienze e Fisica  della scuola

-docenti universitari

-ricercatori

-vulcanologi

Costo stimato del modulo

-spese di trasporto per visite guidate

-spese per la realizzazione del Picktochart e volantini :140euro

 

Torre del Greco, 10/06/2017

Prof.ssa Maria Di Bartolomeo

 


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti