Seconda prova di evacuazione

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

Ai docenti

Agli alunni

Al personale ATA

Comunicazione n.

OGGETTO: Seconda prova di evacuazione

 

Si comunica che il giorno 7 febbraio venerdì 8 febbraio 2019 avrà luogo la seconda prova di evacuazione, secondo le procedure seguenti.

I docenti della prima ora:

a) ricorderanno agli alunni le modalità delle prove e le norme comportamentali in caso di emergenza, secondo le informazioni presenti nella cartella di sicurezza;

b) verificheranno con gli allievi la disposizione dei banchi, eliminando eventuali materiali ingombranti;

c) segnaleranno agli allievi i nominativi degli addetti alla squadra di emergenza (secondo l’organigramma pubblicato sul sito della scuola);

d) illustreranno attraverso la visione delle planimetrie generali ubicate nelle aule, i percorsi da utilizzare in caso di evacuazione.

 

Prova di evacuazione

In un momento imprecisato della stessa mattinata, dopo i suoni intervallati della campanella (che indicano lo stato di allerta e non prescrivono ancora l’evacuazione) l’avviso di evacuazione sarà comunicato verbalmente dai collaboratori scolastici.

La PROVA DI EVACUAZIONE seguirà le procedure già comunicate agli alunni e ai docenti.

Si ricorda che tutti sono tenuti all’osservanza scrupolosa delle norme di comportamento previste nei casi di emergenza, evitando di creare situazioni di pericolo e di panico.

1. All’atto del suono della campanella indicante lo stato di allerta, l’alunno aprifila aprirà la porta dell’aula mentre i compagni resteranno al proprio posto in aula in attesa dell’eventuale comunicazione dei collaboratori scolastici;

2. all’atto della comunicazione dei collaboratori scolastici, il docente interromperà la lezione e preparerà la classe all’evacuazione (ordinando gli alunni in fila indiana, contando gli alunni e prendendo con sé la cartella di sicurezza);

3. verificata la completa evacuazione degli alunni dall’aula, l’alunno chiudi fila chiuderà la porta e si porrà in testa alla fila degli alunni;

4. il docente guiderà gli alunni, con l’aiuto degli apri-fila, lungo le vie di fuga fino all’area di raccolta assegnata, cercando, per quanto possibile, di stare lontani dai vetri delle finestre dei corridoi.

Promemoria sulle vie di fuga

Gli alunni delle le aule del corridoio del piano terra percorreranno le scale principali e usciranno dalle porte laterali dell’atrio (lato Torre A.ta per le aule 1-6 e aula diversamente abili; lato Ercolano per le aule 7-13);

gli alunni delle aule poste nei corridoi del primo piano usciranno secondo questo schema: aule  17, 18, 19, 20, 21, 22, 26, 27, 29, 30, 32, laboratori e uffici, aula diversamente abili, aula magna percorreranno le scale principali e usciranno dalle porte centrali;

gli alunni delle aule 14, 15, 16, 23, 24, 25 percorreranno le scale laterali e usciranno dalle porte laterali dei rispettivi corridoi, secondo le indicazioni delle planimetrie.

5. Gli alunni che al momento della prova non si troveranno in classe raggiungeranno i compagni senza rientrare nell’aula, dirigendosi direttamente lungo le vie di fuga verso l’area di raccolta assegnata;

6. gli insegnanti di sostegno, coadiuvati dagli alunni appositamente nominati, si prenderanno cura dell’evacuazione degli alunni diversamente abili;

7. giunto con la classe nell’area di raccolta, corrispondente alla porzione di aiuola adiacente il perimetro dell’istituto lungo la strada, di fronte all’aula della classe di cui è responsabile, evitando di trattenersi nello spazio davanti ai cancelli o nei vialetti, il docente farà l’appello e verificherà l’eventuale presenza di alunni feriti o dispersi; compilerà il modulo di evacuazione, che, tramite uno degli alunni chiudi-fila, sarà immediatamente consegnato ai coordinatori dell’emergenza.

La prova sarà conclusa solo quando tutti i moduli di evacuazione saranno stati consegnati: solo allora il coordinatore della prova ordinerà il rientro in classe degli alunni.

Al termine della prova i docenti potranno comunicare al RSPP, prof. M. Ciaravola, o all’ASPP, prof. A. Langella, eventuali anomalie.

 

Torre del Greco, 5 febbraio 2019

Il dirigente scolastico  

Letizia Spagnuolo

 

Allegati

Non sono presenti allegati in questo articolo

Contatti